il design for recycling di Adidas Parley corre per gli oceani con i partner

Home / POP & Trade Marketing / il design for recycling di Adidas Parley corre per gli oceani con i partner
Pack

Il packaging riciclabile con il tag NFC utile a spiegare incentivare il cliente a comportamenti sostenibili

AAA da inserire 3

Le calzature ad Adidas Parley Ultraboost prodotte utilizzando le plastiche disperse recuperate dagli oceani

Run for the oceans! È tutta condensata in questo importante pay off la nuova mission sostenibile di Adidas per Parley, un progetto che mira ad agire per salvaguardare l’ambiente come è spiegato nel concept della campagna che esorta i suoi sostenitori a collaborare, affinché la plastica non venga dispersa negli oceani. E con l’obiettivo di recuperare quella già dispersa in mare, per trasformarla in una risorsa: ossia come materia prima utile a produrre abbigliamento sportswear ad alte prestazioni.
A osservare questo impegno sono stati chiamati anche i fornitori e retailer. Per esempio per la realizzazione di un packaging biodegradabile, lo shoebox. Uno shopper che il personale dei negozi consegna al cliente una volta perfezionato l’acquisto, ricordandogli che l’involucro di cartone originale deve essere smaltito correttamente affinché venga riciclato. Sullo shoebox e all’interno delle scarpe è presente un codice nfc che contiene tutte informazioni sulla campagna “run fo the ocean” e rinvia al video teaser della campagna.

IMG_9956

Il design espositivo di Parley creato con materiali riciclabili

Il Briefing per i fornitori
Che sostenibilità sarebbe se alla campagna non partecipasse tutta la filiera? Fugate i vostri sospetti perché non si tratta della solita operazione di washing marketing utile a mettere in buona luce ciò che sostenibile non è. Infatti anche gli allestimenti progettati per la campagna sono ecocompatibili. Ecco cosa chiedeva il briefing di Adidas per Parley, ai suoi partner specializzati nel design espositivo:

WHO AM I?

Simone Mangiarotti Manager di Adidas

a) Materie prime riciclate e stampe con inchiostri bio o base acqua privi di solventi
b) Per la vetrina, la necessità era quella di ricevere una vetrofania in materiale saponato, non in plastica, ma nonostante ciò adatto a sostenere le alte temperature che si possono sviluppare a causa dei raggi solari e dell’illuminazione artificiale.
c) Dopo le istallazioni, il fornitore è tenuto allo smaltimento di tutti i materiali residui secondo la normativa vigente nel territorio Italia, prestando attenzione alla differenziazione dei rifiuti.
Il kit dei materiali espositivi nella sua interezza prevede: un footwear wall con inserti per l’evidenziazione materiali cartonati in cartone alveolare, tre totem da terra da utilizzare soprattutto per i piccoli negozi. Mentre per i grandi punti di vendita è stata prevista una scaffalatura di grandi dimensioni composta di pannelli in cartone alveolare. In tutte le soluzioni espositive la sezione grezza del cartone alveolare è sempre a vista per mettere in evidenza l’impiego di materiali sostenibili.
Simone Magiarotti, Senior Manager Wholesale Activation di Adidas ha supervisionato la campagna in store di Run for the ceans. Parte di un lancio globale l’operazione nel nostro paese ha comportato il coinvolgimento di circa 100 punti di vendita, dei quali 30 Monomarca e 70 wholesale multimarca. Tra le aziende e le agenzie che hanno partecipato alla realizzazione e al posizionamento dei materiali legati alla campagna: Quadra Display, High Level, Publiline, Nureg, Liganova

Recommended Posts

Leave a Comment