Bracialetto distanziatore mantiene le misure di sicurezza

Home / Digital Signage / Bracialetto distanziatore mantiene le misure di sicurezza

Si chiama Proximity sensor  e consente di segnalare ai lavoratori la distanza di sicurezza che intercorre fra di loro con semplicità e assoluta precisione utilizzando un dispositivo indossabile. Ma come funziona? Il sensore in questione è montato all’interno di un bracialetto indossabile denominato Smart sensor e quando la distanza di sicurezza prestabilità   tra due lavoratori dotati del dispositivo non eviene rispettata i due sensori segnalano la criticità via led, vibrazione o suono. Essendo riconducibile alla piattaforma Smart Proximit (www.eng.it/smart-proximity) ideata e realizzata da Engineering di Roma, tutte le infrazioni a suddette distanze e di consegueza i contatti vengono memorizzati in un data base per successive eventuali analisi.

Quando i due dispositivi sono in visibilità avvisano in tempo reale gli operatori coinvoti (suono / led). Tra laltro  la funzionalità di alert non richiede nessuna interazione con il centro in quanto  viene attivata dal autonomamente dal dispositivo indossabile. Tecnicamente quest’ultimo è in grado di rilevare in prossimità altri dispositivi vicini entro 1,5 metri con un errore di 10 cm in eccesso e in difetto.

Le informazioni raccolte dal dispositivo sono inviate, utilizzando la rete WiFi o il BLE (Bluetooth low energy a un sistema di memorizzazione ed elaborazione attraverso il quale è possibile analizzare tutti gli eventi registrati dai dispositivi: nel caso in cui un dipendente risultasse per affetto da covid 19 si ottiene immediatamente l’elenco di tutti i suoi contatti. I dati rilevati possono essere scambiati con sistemi di monitoraggio del Sistema Sanitario Nazionale

Nessuna informazione sensibile è mantenuta dalla piattaforma. Sono salvati solo gli identificativi univoci del sensore e le relazioni temporali tra loro in forma rigorosamente anonima senza alcuna associazione ai dati dell’utente. Gli identificativi univoci presenti sullo smart sensor sono cifrati e le informazioni viaggiano su un canale sicuro. L’utente dà il consenso al recupero delle informazioni di relazione temporale anonime del proprio sensore ai sistemi esterni alla piattaforma.

Attore della trasformazione digitale
Con circa 12.000 professionisti in 65 sedi (in Italia, Belgio, Germania, Norvegia, Repubblica di Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Argentina, Brasile e Usa), il Gruppo Engineering disegna, sviluppa e gestisce soluzioni per le aree di business in cui la digitalizzazione genera i maggiori cambiamenti, tra cui Digital Finance, Smart Government & E-Health, Augmented City, Digital Industry, Smart Energy & Utilities, Digital Telco & Multimedia. Il Gruppo con le sue attività  conbina competenze specialistiche con tecnologie di ultima frontiera, infrastrutture tecnologiche organizzate in un modello unico di multicloud ibrido, capacità di interpretazione dei nuovi modelli di business. Con importanti investimenti in R&D, la società svolge un ruolo importante nella ricerca, coordinando progetti nazionali e internazionali grazie a un team di 420 ricercatori e data scientist e a una rete di partner scientifici e universitari in tutta Europa. Asset strategico del Gruppo è il know-how dei suoi dipendenti al cui sviluppo ha dedicato una Scuola di formazione multidisciplinare che nell’ultimo anno ha erogato oltre 19.000 giornate di formazione.
Recommended Posts

Leave a Comment