Totem digitale con vetrina e scaffali incorporati

Home / Digital Signage / Totem digitale con vetrina e scaffali incorporati
Da quando negli anni 2000 è iniziata l’era del digital signage e dei network composti da totem digitali, l’attitudine dei system integrator è sempre stata quella di privilegiare le immagini dinamiche tramite schermi al plasma o LCD spesso privi di rifiniture. Non sono ovviamente mancati numerosi esempi di integrazione tra shelf analogici e monitor oppure vetrine corredate di schermi trasparenti. Diversamente, non è particolarmente utilizzato il processo inverso, per cui all’ormai tradizionale totem digitale si integra una componente vetrinistica dell’appenderia o degli scaffali. A compiere questo “avveniristico passo indietro” ci ha pensato lo staff del system intgrator di Segrate, Nemes, introducendo diversi elementi espositivi tradizionali al totem digitale presente su un catalogo che spazia tra il renting di strutture olografiche, proiettori interattivi e la distribuzione di apparecchiature e accessori per il digital signaging.
La soluzione nell’immagine più che un totem è una vetrinetta con struttura in MDF laccato ed elementi portanti in ferro che si rivolge alle boutique di lusso così come alle catene di hotellerie. Misura 80x40x205 cm e integra alcuni vani per mettere in evidenza campioni di prodotto a fianco allo schermo digitale. Nella versione più ampia sono previste anche alcune appenderie e servi muti per capi di abbigliamento.

Videointervista Nemes by Display Magazine

Recommended Posts

Leave a Comment