Elemementaria 2018: ecco materiali e designer. Prototipi in mostra a Ottobre

Home / Digital Signage / Elemementaria 2018: ecco materiali e designer. Prototipi in mostra a Ottobre
Cover video

VIDEO EDIZIONE 2017

Dal 18 al 20 di Ottobre, a Fieramilano Rho, 6 designer, un artista e 10 aziende presenteranno una serie di soluzioni per il design espositivo nel campo dello Sport Soluzioni prodotte mediante l’impiego di materie prime dalle elevate performance per dar vita alla quarta edizione della mostra Elementaria. L’evento è aperto alla sperimentazione e alla presentazione di materie prime o di nuove tecniche di impiego ad esse correlate e, come recita il manifesto dell’esibizione l’obbiettivo è altresì: “la produzione di prototipi di materiali espositivi realizzati con la finalità di creare innovazione nel settore” del display e dello shop fitting. 

Adreani, Advplast, Isonova, Madreperla, Montecolino, Palram, Pamafock, Pigomma (Sogimi), Pressoplast, tutte le aziende aderenti fanno parte del comparto dei raw material e considerano la display industry e l’arredo espositivo per il retail come canali di business. Ognuna sarà associata a un designer e fornirà materie prime in lastra, supporti o compound da applicare nei progetti della mostra. I professionisti della progettazione coinvolti quest’anno sono: Matteo Caimi, Massimo Farinatti, Giorgio Gurioli, Marco Maggioni, Maurizio Milani, Cristian Visentin e lo street artist Pablo “Pinxit” Compagnucci (vedi schede di seguito).

IL TEMA DELLA MOSTRA

Alcuni prototipi realizzati nella scorsa edizione

Alcuni prototipi realizzati nella scorsa edizione. Clicca per ingrandire

Dopo le prime tre edizioni i cui temi centrali sono stati rispettivamente l’abbigliamento, il food&beverage e il bellessere, in questa quarta tornata i contenuti del briefing lanciato da Adidas orienteranno i progettisti a sviluppare prototipi legati ai segmenti merceologici e distributivi dello Sport, per la produzione di strutture espositive adatte alla presentazione di prodotti all’interno di: a) Impianti sportivi: palestre per il fitness, piscine, club legati a sport specifici. b) Retail specializzato tradizionale GDO e GSS (D monomarca e multimarca  c) Farmacie, parafarmacie (per quanto riguarda gli integratori alimentari per lo sport). d) Musei sportivi e shopping stadium. e) Hotellerie: palestre e centri benessere.Nell’area espositiva della manifestazione insieme agli spazi dedicati ai prototipi, è prevista una material gallery per l’esibizione di raw material complessi in appositi corner. L’area misurerà complessivamente oltre cento di metri quadrati e beneficerà della vicinanza con il concorso DIVA (Display Italia Viscom Award), competizione in sei categorie (POP durevole e non durevole, Shop fitting, Digital Signage, Packaging, Vending). L’indotto di visitatori previsto da Viscom italia, fiera della comunicazione visiva che ospiterà l’evento è stimato in circa 20.000 visitatori professionali afferenti l’industria di marca e gli specialisti del settore.
Tra gli obbiettivi di Elementaria 2018, la segnalazione di prototipi realizzati da trasformatori specialisti in comunicazione in store e trade marketing, come nuovi concept espositivi. A tal proposito sulla scorta delle esperienze positive delle precedenti edizioni sarà creata una prewiew dei progetti che precederà l’esibizione. Per informazioni marco@tinteunite.it, www.displaymagazine.eu/elementaria2018/

I DESIGNER


Caimi 2Matteo Caimi studia e si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano. Nell’Ordine degli Architetti di Milano dal 1998, da subito si unisce allo studio di architettura Caimi&Asnaghi diventandone socio. Oltre ai progetti italiani ed europei, lo Studio sviluppa una serie di realizzazioni residenziali e di showroom in diverse città americane, New York, Philadelphia, Miami, Atlanta, Chicago e Phoenix che Matteo Caimi segue in prima persona. L’attività di progettazione spazia dal settore residenziale, anche per la cura degli interni, elaborando soluzioni che utilizzano prodotti di serie o ad hoc, fino ad arrivare a complessi scolastici, alberghieri, sportivi, industriali, banche, negozi, showroom, allestimenti fieristici e temporanei, yacht. Dal 2008 ricopre il ruolo di Director of Architecture presso l’Atlanta Design Festival. Dal 2012 al 2017, diventa Art Director dello Studio 3125, showroom di interior design europeo, a Tempe in Arizona. Nel 2018 costituisce Matteo Caimi architecture and design continuando il percorso iniziato presso Caimi&Asnaghi. anche presso lo studio di Miami. www.matteocaimi.com

foto farinattiMassimo Farinatti. Si laurea in architettura nel 1984, con il professor Marco Zanuso, quando ancora la sua cattedra si chiamava “Progettazione artistica per l’industria”. Inizia il percorso professionale con Artemide e Cimbali in qualità di progettista industriale, poi come freelance presso studi e atelier della realtà creativa milanese. Ha insegnato presso l’International College of Design and Arts, la Camera della Moda e la Scuola Politecnica di Design, è stato coordinatore didattico presso l’International College of Design and Arts. Oggi è professore associato al Politecnico di Milano e con il prof. Francesco Schianchi e tiene il corso Designer e creatività. Clienti: Albatros | Antonangeli | Cesame | Cristina Rubinetterie | Blu Bleu | Tognana Biesse | Ultravox | Vetta | Fassi Sport | Zucchetti | Kronotech | Wilux | Valera | Bossini | Hoesh | Honda | Mitsubishi | Nissan | PAA | LIDC | Novellini | Ultravox | Domino | Mauri | Armida | Yoolife | Nord Group | Canali System | Gabin.

foto gurioliGiorgio Gurioli. Inizia la sua attività nel mondo dell’elettronica con Motorola nel 1981. Nel 1985 fonda Méta srl società di progettazione e produzione per il tempo libero. Nel 1991 è fondatore di Syn Design srl:oggetti “simbiotici” autoprodotti (MOMA: Museum Of Modern Art di New York). Realizza nel 2002 il progetto Design extrasensoriale per Kundalini (Hara miglior oggetto di design del pianeta secondo la rivista GQ, seguono:Asana, Body, Alone). Poi nel 2009 Homology, the structure connecting le implicazioni dei nuovi linguaggi formali della genetica DNA-RNA ( Lampada e poltrona per Kundalini a Cosmit). Nel 2016 fonda Bistrò, centro ricerca e sviluppo prodotto di SiComputer con l’intento di umanizzare i prodotti di elettronica e informatica. Alcune sue opere sono al MOMA di NY, al Denver Art Museum Permanent, al Stedelijk Museum Amsterdam. È docente di metodologie della progettazione presso ISIA di Faenza, Clienti: Aur.el, Kundalini, Naos, Acerbis international, Viceversa, Sigma-Tau, Giostyle, Outlook design Italia, Martini, Tonelli, Lamborghini, Cefla Group, Giovannetti collezioni, Air Liquide. Intesa SCM, Ilpo, Wasp, Alpi legno, Nucleus, Feedback.

MaggioniMarco Maggioni. Nato a Diano Marina (IM), studia industrial design all’Istituto Europeo di Design di Milano (IED). Apre un proprio studio di design nel 1991, anno in cui riceve tre segnalazioni al premio Compasso d’Oro. Ha disegnato numerosi prodotti per importanti aziende italiane ed estere con partecipazioni a mostre e fiere internazionali. Numerose le pubblicazioni dei suoi progetti. Insegna allo IED e svolge attività didattica presso Domus Academy e all’Istituto Marangoni come esperto di design 3D. Fonte di ispirazione di Marco Maggioni sono la natura e la cibernetica di cui è un grande esperto.

Maurizio Milani Maurizio Milani nasce e studia a Milano. Segue i corsi di graphic design con Albe Steiner presso la Società Umanitaria. Nel 1976 entra in partnership con il fratello fondando lo studio Armando e Maurizio Milani con sedi a Milano e New York. Si specializza in corporate identity, nel progetto del marchio, in segnaletica e, già nel 1981, inizia ad insegnare Graphic Design presso Società Umanitaria, IED di Milano e Roma, Accademia di Comunicazione a Milano e Industrial Design per la Comunicazione Visiva al Politecnico, al Master TdC Fashion del Tessile di Como, alla Northern Illinois University di Chicago e in numerose sedi aziendali. Ha realizzato l’immagine coordinata di Zerowatt, Tonolli, Cordenons, Tessile di Como, Federazione Italiana Malattie Polmonari Sociali, Italtel Enimont, Euroswiss Banking, Fin.Eco Investment, Pietro Mezzaroma e del Rione Rinascimento. Ha realizzato il marchio di Mother Earth e l’immagine di Miami Film Awards, IEO Istituto Europeo di Oncologia, Snam centri turistici, Fondazione Policlinico Mangiagalli e Ospedale Maggiore di Niguarda a Milano. Nel 1982 entra nel Who’s Who in Graphic Art, po in First Choice Leading International Designers e in One By One. Nel 2005 riceve la Laurea Honoris Causa in Scienze della Comunicazione da ISFOA.

pablo pinxit Pablo “Pinxit” Compagnucci. Nato a La Plata nel 1964 si laurea in architettura a La Plata nel 1987, titolo che consegue anche nel ’95 a Politecnico di Milano. Nel 1986 inizia la sua carriera come street artist con un murale intitolato 1986-1989 writing- la plata argentina. Da allora si è esibito in live performance dal vivo anche live e in diverse mostre come pittore. A titolo non esaustivo menzioniamo alcune delle sue opere più importanti. Tra i murales: 2017 piazza pino daniele Oliveto Citra, festival della letteratura 2017 street ort via esterle Milano, in collaborazione con Assessorato alla Sicurezza e Coesione sociale del Comune di Milano 2000, murales in piazza Catanzaro lido, LIVE J&J live painting and art show for national convention of Johnson&Johnon, Roma, curated by Christian Gangitano (suo agente) produced by StarChestnut Agency 2017 Pablo Pinxit The Bunker Milano, curated by Christian Gangitano 2016 Black box Laboratorio Cagliani Milano In gruppo: 2005 Donne – Barbara Mahler gallery. Lugano, Swiss. Catalogue by Maurizio Sciacaluga 2001 Cristo si è fermato a Eboli – MAC Museo d’Arte Contemporanea Carlo Levi. Aliano, Italy.

CristianVisentinFotoCristian Visentin nasce nel 1972 a Varese, si laurea in Architettura indirizzo Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano e frequenta un master in Industrial Design presso la Scuola Politecnica di Design (SPD) di Milano. Matura diverse esperienze lavorative in alcuni studi tra cui l’Atelier Bellini, lo Studio arch. Marco Zanuso jr e il centro ricerche e sviluppo Baleri Italia. Da diversi anni gestisce il proprio Studio a Pavia, città dove vive, occupandosi di industrial design, grafica e arredamento di interni. In particolare, lo Studio si è specializzato nell’offrire al cliente un servizio che parte dal concept iniziale fino all’engineering, cercando di incontrare le esigenze tecniche e commerciali dell’azienda in un’ottica di innovazione e di proiezione verso il futuro. Questo approccio si è concretizzato in diversi ambiti tra cui il design del gioiello, il packaging per dvd a edizione limitata, elettrodomestici grigi o bianchi e macchine industriali.

 

 

 LE MATERIE PRIME

 Grafica ai def


 

 I SUPPORTI E LE LAVORAZIONI

 

Grafica ai altre2

 

 

 

LE LOCATION

garibaldissimo logoLo spazio Garibaldissimo
è situato a Milano i
n Corso Garibaldi 117
e ospita Elementaria 2018
durante le riunioni tecniche
e nei momenti fuorisalone.

Gestito da Maurizio Zucchi
è anche la sede del costruttore
di moto artigianali Borile,
nonché lo showroom.

image001Fiera della comunicazione visiva accoglierà 20.000 visitatori professionali e sarà la sede della mostra

Recommended Posts

Leave a Comment